Vittore Carpaccio a Venezia, 1963 – 2023

San Giorgio, Vittore Carpaccio

Vittore Carpaccio torna a casa a Venezia. Si potrebbe dire che non se ne sia mai andato dalla sua città, visto che i principali cicli intatti realizzati dal pittore si trovano nella sua città natale: nella Scuola di San Giorgio degli Schiavoni e alle Gallerie dell’Accademia, ma in realtà l’ultima mostra di Vittore Carpaccio a Palazzo Ducale a Venezia risale al lontano 1963. Si trattò della prima mostra monografica dedicata al pittore veneziano e fu curata da Pietro Zampetti.

Pietro Zampetti, che fu anche Soprintendente nella regione Marche, professore all’Università di Cà Foscari, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, organizzò alcune delle prime mostre monografiche dedicate a pittori veneziani o tematiche non ancora toccate fino al quel momento. Nacquero così le prime grandi mostre, in un certo senso “eroiche”, visto che si occupavano di argomenti e artisti veneti ancora poco studiati: Vittore Carpaccio, Lorenzo Lotto, Giannantonio Guardi, Carlo Crivelli e La pittura del Seicento a Venezia.

Il nucleo della mostra era costituito da una serie di dipinti che non avevano mai lasciato Venezia (alcuni di essi si trovano, per la prima volta, in questo momento -2022/2023- esposti a Washington): la serie di Sant’Orsola, I Miracoli della Croce, il migliori teleri di San Giorgio degli Schiavoni, il Salvador Mundi della collezione Contini Bonacossi, La meditazione sulla passione del Metropolitan Museum di New York, La presentazione al tempio delle Gallerie dell’Accademia, Il giovane cavaliere , assieme ad altri capolavori come La Madonna in trono di Vicenza, il San Paolo di Chioggia e altri dipinti provenienti oltre che da Venezia, da Milano, Stoccarda, Udine e Zara.

Vittore Carpaccio fu un esempio unico nell’arte rinascimentale italiana: la sua narrazione rende possibile varie chiavi di lettura e interpretazioni storiche, artistiche e pittoriche. Si può stare a lungo ad osservare la vivida costruzione dello spazio, degli interni e delle architetture. Oggi non c’è dubbio che Vittore Carpaccio possa essere considerato un grande maestro del passato, per cui la ricerca può darci nuove prospettive sull’opera e la vita del maestro veneziano.

Vittore e Benedetto Carpaccio da Venezia all’Istria

L’esposizione del 2015 dedicata a Vittore e Benedetto Carpaccio da Venezia all’Istria, curata da Giandomenico Romanelli a Conegliano ci ha dato, infatti, la possibilità di ammirare alcune opere meno note e della maturità del pittore e del figlio Benedetto. Carpaccio fu uno dei più celebri interpreti del mondo veneziano tra la fine del Quattrocento e l’inizio del Cinquecento. La mostra metteva in rilievo anche i rapporti con quella generazione di pittori geniali che si affacciò sulla scena artistica veneziana quando Carpaccio era già un pittore affermato: Giorgione, Tiziano, Pordenone, Lotto e Sebastiano del Piombo. Sappiamo Che Vittore Carpaccio lavorò alla fine della sua attività per committenti della terraferma veneziana, per il Cadore, l’Istria e la Dalmazia, ma anche per i patrizi veneziani.

In mostra si trovavano anche opere del figlio Benedetto, che ereditò la bottega del padre e continuò a lavorare in Istria.

Vittore Carpaccio, Master storyteller of the Renaissance

La mostra Vittore Carpaccio, Master storyteller of the Renaissance in Venice sarà visitabile alla National Gallery of Art di Washington dal novembre 2022 al febbraio del 2023. La mostra comprende 45 dipinti e 30 disegni ed è organizzata dalla National Gallery e dalla Fondazione Musei Civici di Venezia. La mostra è curata da Peter Humphrey, Andrea Bellieni e Gretchen Hirtschaen ed è prevista spostarsi anche a Venezia, a Palazzo Ducale, da marzo a giugno 2023.

L’esposizione di Carpaccio a Washington e a Palazzo Ducale a Venezia è anche l’occasione per ammirare alcuni dipinti di Vittore Carpaccio recentemente restaurati da Save Venice, come il Sant’Agostino nello studio e il San Giorgio e il drago della Scuola degli Schiavoni.

Se desiderate scoprire Vittore Carpaccio a Venezia, visitare la mostra a Palazzo Ducale e le altre gemme dell’arte rinascimentale a Venezia, potete contattarmi.

Fiorella Pagotto

https://www.veniceartguide.it

Caccia in laguna,

Dame in terrazza, Vittore Carpaccio