Visite ai più bei palazzi veneziani

Ca’ Rezzonico

La visita a Cà Rezzonico, la fastosa casa-palazzo sul Canal Grande della nobile famiglia d’origine lombarda, è un viaggio attraverso il tempo che vi permetterà di conoscere la vita dell’aristocrazia veneziana nel Settecento. Si ammireranno arredi, porcellane, affreschi, tappezzerie, lampadari di Murano, un’intera farmacia, statue, stucchi, ma sarà anche un’immersione nello splendore della pittura veneta del tardo Seicento e Settecento per ammirare le opere di: Giambattista Piazzetta, Giambattista Tiepolo, Pietro Longhi, Canaletto. La visita include una passeggiata nel piccolo giardino del palazzo e nel sestiere di Dorsoduro. Durata 2-3 ore.

Palazzo Mocenigo e l’antica tessitura settecentesca

La visita al Palazzo Mocenigo e alla tessitura Bevilacqua è consigliata agli amanti dei tessuti, profumi e costumi e agli appassionati di arte dei Seicento e del Settecento. Il palazzo Mocenigo, che conserva ancora molti arredi del Settecento, fu la dimora nobiliare della famiglia che diede sette Dogi alla città ed è oggi sede del museo del costume e del profumo. Vi sono esposti raffinati vestiti femminili e maschili ricchi di ricami, dipinti che ricordano le glorie della famiglia, arredi e vetri di Murano in un itinerario dedicato al profumo che racconta la storia dei profumieri veneziani e permette di odorare le varie essenze. La visita continua con la visita della tessitura Bevilacqua che ancor oggi produce velluto su antichi telai del Settecento. Durata 2-3 ore.

Palazzo Querini-Stampalia

Il palazzo Querini-Stampalia è stata la casa dell’omonima famiglia nobile veneziana. Ricco di stucchi, arredi, affreschi, porcellane, il museo possiede una delle più interessanti raccolte di dipinti veneziani sulla vita e le feste veneziane nel Settecento e alcuni capolavori del Cinquecento veneto. La visita include anche il piano terra e il giardino magistralmente organizzati da Carlo Scarpa, dove l’architettura contemporanea coesiste con l’antico contesto veneziano. Al terzo piano del museo è esposta la collezione della Cassa di Risparmio di Venezia che include mobili del XVII e XVIII secolo, dipinti di varie epoche e sculture contemporanee italiane rendendo il museo un itinerario unico a Venezia di dimensioni contenute. Durata da 2 a 3 ore. È possibile includere una passeggiata a San Marco o dintorni.

Palazzo Fortuny

Il Museo Fortuny nasce dall’amore del pittore spagnolo Mariano Fortuny y Madrazo per il Palazzo Pesaro degli Orfei, uno dei più grandi e singolari esempi di stile gotico veneziano. Il museo possiede una grande raccolta di dipinti, fotografie, tessuti, lampade e raffinati vestiti di seta creati a mano da Mariano Fortuny, amati e indossati dal jet set e da famose attrici, il suo studio di pittore, la biblioteca. Mariano Fortuny lasciò a Venezia anche i modelli di alcune sue scenografie per il teatro. Il piano terreno e l’ultimo piano ospitano generalmente mostre temporanee di arte contemporanea e l’ultimo piano permette una vista mozzafiato sulla città. E’ un museo di grande interesse per gli amanti delle arti applicate e decorative per gli appassionati di arte contemporanea. Durata 2 ore.

Il Museo Fortuny è attualmente chiuso e riaprirà nel 2022.

Visite esclusive a palazzi privati e giardini        

 Entrare in palazzi nobiliari privati veneziani, passegiare nei giardini segreti di Venezia aperti solo per voi sarà un’esperienza unica ed esclusiva.  Queste visite prenotate, a seconda della disponibilità dei proprietari, sono possibili solo in forma privata. Per maggiori informazioni contattatemi: fiorellapagotto@gmail.com